LANCIANO

Ci sono mille modi diversi per visitare Lanciano, scoprire il centro storico che secondo un'antica tradizione, l'origine di Lanciano è legata alla figura di Solimo, compagno di Enea, che nel settembre 1181 a.C. le avrebbe dato il nome di un amico caduto durante la traversata da Troia. Lanciano, capitale dei Frentani, diviene uno dei centri più importanti della regione, le sue attività economiche legate ai mercati annuali e alle fiere di maggio e settembre. Particolare interesse rivestono il suo centro storico, con gli antichi palazzi signorili, il corso Trento e Trieste arricchito da palazzi in stile classicheggianti e liberty e la Chiesa di San Legonziano, affidata ai monaci Brasiliani di rito greco e sede, nell'VIII sec. d.C. del Miracolo Eucaristico attualmente conservato nella Chiesa di S. Francesco, meta di migliaia di pellegrini. Note anche le accademie di letteratura, poesia, storia e i cenacoli musicali, artisti e letterati si distinguevano in tutto il meridione. La Casa editrice Rocco Carabba protagonista dell'industria dell'editoria italiana. Con le due guerre mondiali lo sviluppo economico si ferma, ma non lo spirito di libertà che vive dentro la tradizione di ogni cittadino di Lanciano. Il 6 ottobre 1943, dopo la resa dell'Italia agli alleati, un gruppo di Lancianesi si ribellò reagendo all'occupazione nazista. Il sacrificio degli eroi ottobrini è valso alla città la medaglia d'Oro al valor militare.

Principali Manifestazioni legate alla tradizione

  • Processione del Venerdì Santo
  • Settembre Lancianese inizia dal 31 agosto fiera del giocattolo,14/16 settemmbre
  • Corsi musicali estivi
  • La squilla: 23 dicembre

Da visitare

  • Casa museo Federico Spoltore, visite su prenotazione
  • Percorso Archeologico del Ponte Diocleziano
  • Conoscere i quartieri storici, girare per i vicoli e piazze di una Lanciano antica, riserva delle sorprese interessanti.
  • Quartiere Borgo
  • Torrione Aragonese